The Bible, Gann and the Stock Market

La Bibbia, Gann e il Mercato Azionario

di Gregory e Helen Meadors

bibbia011Nella nostra serie di articoli abbiamo discusso di come W.D. Gann ha utilizzato un approccio olistico al fine di prevedere i mercati e fare trading con accurata precisione. Gann avrebbe inserito la Scrittura, le leggi naturali, numeriche, la geometria, armoniche Pitagoriche, astrocicli e La Legge di Vibrazione.

Come abbiamo evidenziato nei nostri precedenti articoli, la fonte primaria della conoscenza di Gann nella previsione di eventi futuri è stata la sua conoscenza della corrispondenza storica tra le vibrazioni cosmiche (armoniche celeste) e i suoi effetti sui cicli psicobiologici dell’uomo. Questi cicli sono storicamente correlati con la psicologia della massa di investitori che si riflette nei movimenti della Borsa. (1)

Uno dei presupposti di Gann era che le leggi scientiche collegate al timing di mercato alludono o sono state trovate nella Bibbia. Come studente di antiche fonti del sapere, Gann può aver studiato anche la Grande Piramide, la prima delle sette meraviglie del mondo, che alcuni credono abbia riferimenti nella Bibbia (Isaia 19:19-20). La struttura della Grande Piramide contiene una serie incredibile di rapporti matematici (Fibonacci), corrispondenze bibliche, e la conoscenza del cielo.

Gann era probabilmente consapevole della conoscenza memorizzata nella Grande Piramide, in quanto la Grande Piramide e i cicli celesti sono simbolicamente rappresentate nel Gran Sigillo degli Stati Uniti, e nel U.S. Treasury Seal. (2)

bibbia033Gann ha affermato inoltre che si deve usare il giusto punto di partenza al fine di prevedere i mercati. Riguardo alla influenze celesti, la Grande Piramide rivela una conoscenza molto più antica del cielo di quella presentata dall’astrologia Tolemaica, 1° secolo, o dalla “musica delle sfere” Pitagorica.

Abbiamo imparato dai primi scritti persiani e cinesi, che vi erano quattro stelle luminose nel cielo, a est, ovest, nord e sud, che evidentemente corrispondevano all’equinozio di primavera, l’equinozio di autunno, il solstizio d’inverno e il solstizio d’estate – (i quattro punti cardinali).

Tuttavia, a causa della precessione degli equinozi verso ovest, i quattro punti cardinali oggi non hanno la stessa posizione con riferimento alle stelle come erano secoli fa. Dal momento che lo Zodiaco è spostato di 30 gradi in circa 2500 anni, possiamo dire approssimativamente quando le osservazioni di questi antichi popoli sono state fatte. Quando andiamo indietro nel tempo, noi scopriamo le quattro stelle brillanti, Alerbaran, Antares, Regolo e Fomalhaut, di cui dai persiani, che sono localizzate in corrispondenza delle costellazioni del Toro (the Bull), Scorpione (l’Aquila), Leone ( il Leone) e dell’Acquario (l’Uomo).

bibbia044È interessante notare che i simboli che rappresentano queste costellazioni corrispondono anche alle quattro facce dei “cherubini”, nel libro di Ezechiele, che sono stati utilizzati come gli emblemi delle quattro “brigate” (Giuda, Ephraim, Reuben e Dan) di Israele nei quattro quadrati di Wilderness Camp (Ezechiele 1:10) .

Nell’Apocalisse 4:6 può inoltre essere rivelata le medesime costellazioni corrispondente dello Zodiaco; “E intorno al trono, quattro creature viventi pieni d’occhi davanti e di dietro. E la prima creatura era simile ad un leone, e la seconda creatura similea a un vitello, e la terza creatura aveva il volto di un uomo, e la quarta creatura era come aquila”. Possedere tutti questi occhi potrebbe essere simbolico per vedere nel futuro e nel passato, e il leone, il bue, l’uomo, e l’aquila ying possono essere precursori per il simbolismo delle costellazioni del Leone, del Toro, dell’Acquario e dello Scorpione.

Nel Libro di Giobbe, i nomi di diverse stelle e costellazioni sono citati come essere al tempo stesso antico e ben noto. Entrambi, “Il Drago” e la costellazione del Draco, sono identicati in un passaggio in Giobbe 38:31,” Con il suo spirito egli ha guarnito (fatta brillante o bella) i cieli, la sua mano ha formato il serpente deforme (o in fuga)”(Figura 3).

Giobbe parla anche di Arturo e di Orione (Giobbe 9,9); le Pleiadi (Giobbe 38;31), e Cetus (Leviathan, gura 2) il mostro marino (Giobbe 41:1). In tutti i 42 capitoli del libro di Giobbe non c’è un riferimento alla storia d’Israele, né alla Legge. Ciò suggerisce che l’autore ha vissuto in un tempo precedente, prima di Abramo!

bibbia077Da ripetute allusioni astronomiche contenute nel libro di Giobbe, diversi matematici hanno calcolato che Giobbe è vissuto e ha scritto da qualche parte circa 2350 prima di Cristo B.C. Questa data ci porterebbe indietro più di 1500 anni prima di Talete, il primo dei filosofi greci, e più di 1000 anni prima di Omero (mitologia). E tuttavia, nel tempo di Giobbe, i cieli erano già tracciati astronomicamente. Le costellazioni, stelle, e le figure erano state redatte e registrate!

Giobbe descrive la potenza, la maestà, e le opere di Dio. Egli ci informa che Dio è responsabile in merito alla denominazione e collocazione di queste costellazioni.

Il Salmista precisa inoltre che Dio ha chiamato le stelle, “Egli conta il numero delle stelle e le chiama tutte per nome” (Salmo 147:4). Una simile dichiarazione è fatta dal profeta Isaia, che afferma: “Alzate gli occhi in alto e guardate, chi ha creato queste cose (stelle), colui che fa uscire il loro esercito in numero: li chiama tutti per nome per la grandezza del suo vigore e la potenza della sua forza, nessuno viene mai meno” (Isaia 40:26). In Genesi 15:5 si parla delle stelle come se fossero state numerate (nominate) prima del tempo di Abramo.

bibbia088Una diffusa dottrina dell’antichità sostiene che le costellazioni sono state divine in origine e di natura “sacra”. Come le prime nazioni cadute nell’idolatria, adorando le stelle e attribuendo a loro ogni sorta di divino e di virtù profetiche, esse ricordavano come i simboli misteriosi erano manifestazioni di una divinità suprema ed eterna (che era stata abbandonata).

Storicamente, l’astronomia mitologia rivendica e generò queste notevoli delimitazioni dei corpi celesti. Ma le favole classiche e i miti, che circonda le costellazioni, sono semplici corruzioni e imitazioni della composizione originale. Questi corpi celesti sono stati erroneamente adorati come divinità, come rivela il seguente anticio libro: “Davvero stolti per natura tutti gli uomini che vivono nell’ignoranza di Dio, e dai beni visibili non riconobbero colui che è, non riconobbero l’artefice, pur considerando le opere. Ma il fuoco o il vento o l’aria sottile o la volta stellata o l’acqua impetuosa o i luminari del cielo considerano come dèi, reggitori del mondo. Se, stupiti per la loro bellezza, li hanno presi per dèi, pensino quanto è superiore il loro Signore, perchè li ha creati lo stesso autore della fonte originale di bellezza” (Sapienza 13:1-3).

Giobbe si chiede: “Puoi tu portare avanti Mazzaroth (Zodiaco) nella sua stagione? E guidare Arturo con i suoi figli. Conosci le leggi del cielo? Riesci a stabilire il loro dominio sulla terra? (Giobbe 38:32-33)

bibbia055Se lo zodiaco è un cerchio di costellazioni e un cerchio non ha inizio né fine, dove dobbiamo aprire il cerchio e cominciare la nostra comprensione dello Zodiaco? Un indizio per la soluzione si trova nel soffitto del Portico del Tempio di Esneh in Egitto. C’è un antico Zodiaco circolare che mostra una sfinge, con la testa di una donna e il corpo di un leone, posta tra le costellazioni della Vergine e Leone. Questa figura unisce l’inizio e la fine dello Zodiaco. (Gli astrologi tradizionali usano l’Ariete – primavera – come inizio).

Dal momento che la parola “Sfinge” significa “per legare strettamente insieme” essa simboleggia dove il grande cerchio del cielo comincia e finisce. Quando si comincia con la Vergine (Virgo) e si finisce con il Leone (Leo), le dodici costellazioni descrivono una storia pittorica in parallelo alla Bibbia. (3)

È interessante notare come la fine del bull market del 1987 si è verificata quando parecchi pianeti sono usciti dalla costellazione del Leone (fine dello Zodiaco e del Bull market) per entrare nella costellazione della  Vergine. Il 24 Agosto, questi pianeti hanno formato una importante congiunzione (con la luna nuova), mentre anche si completava un imponente allineamento armonico (trigono), con altri pianeti esterni. Un articolo della rivista Newsweek (17 agosto) fa riferimento a questo evento, come “Convergenza Armonica”. Come la Scrittura afferma: “Un segno grande e meraviglioso apparve nel cielo: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e una corona di dodici stelle …”. Apocalisse 12:1. Questo top del mercato azionario non fu una sorpresa per coloro che fanno ricerca sui movimenti di mercato in relazione ai “segni e alle meraviglie celesti.” (4)

bibbia099Nell’intervista di Gann sulla Legge di Vibration egli afferma, “La scienza insegna che un impulso originario di qualsiasi genere si risolve alla fine in un moto periodico, o ritmico, così come nell’oscillazione di andata e ritorno del pendolo, come nel movimento di ritorno della luna nella sua orbita, proprio come il ripetersi degli anni che permette sempre le rose in primavera, e così come le proprietà degli elementi che si ripetono periodicamente e che determinano il peso degli atomi.”

“Il potere di determinare l’andamento del mercato è dovuto alla mia conoscenza delle caratteristiche di ogni singola azione e di un certo raggruppamento di talune azioni differenti sotto i loro corretti tassi di vibrazione. Le azioni sono come elettroni, atomi e molecole, che tendono a mantenere la propria individualità in risposta alla fondamentale Legge di Vibrazione. “

“Nel fare i miei calcoli sul mercato azionario, o di qualsiasi evento futuro, ho prendo la storia passata per trovare in quale ciclo ci troviamo e quindi prevedere la curva per il futuro, che è una ripetizione di movimenti di mercato passati. La grande Legge di Vibrazione è basata su come produrre (corrispondenze storiche). Il limite nel fare previsioni future sulla base di precise leggi matematiche è limitata solo dalla mancanza di conoscenza dei corretti dati storici su cui lavorare”.

“Dopo anni di paziente studio ho dimostrato la mia piena soddisfazione e dimostrato agli altri che le vibrazioni spiegano ogni possibile fase e condizione del mercato. Così, per speculare scienticamente, è assolutamente necessario seguire la legge naturale. “(Figura 7)

Per concludere la nostra serie di sette articoli su WD Gann, citeremo quanto segue dal nostro primo articolo pubblicato nell’Agosto 1988, di questa rivista. “Molte persone ridono in merito ad alcune di queste tecniche, pur considerando reale che essi perdono il loro denaro nel mercato.

Quando hai finito le tue lezioni e hai scoperto le chiavi, tu avrai conoscenza. Sarai quindi in grado di interpretare con precisione i “segni dei tempi” (Matteo 16:2-3), e il mercato con “accuratezza sconcertante”.

Note

  1. Nel 1970 uno studio sui movimenti storici dei prezzi in relazione ai cicli cosmici e alle posizioni planetarie. I risultati sono stati pubblicati nel libro Man & Cosmos di Matlock (440).
  2. Nei nostri precedenti articoli dal titolo Symbols, Numerics and the Law of Vibration: Gann’s Law of Vibration Decode e Beyond Gann: Harmonics and the 1987 Stockmarket Crash, è stato spiegato come alcune leggi naturali sono simboleggiate nel Grande Sigillo degli Stati Uniti e nel Sigillo del Tesoro U.S.
  3. Per una completa interpretazione delle costellazioni si consiglia di leggere The Glory of The Stars, di E. Raymond Capt.
  4. Per maggiori informazioni sulle tecniche di Gann e come noi abbiamo previsto sia il top dell’Agosto 1987 relativo alla “Convergenza Armonica”, che il Crollo dell’Ottobre 1987, richiedere il setup completo dei nostri sette articoli per 25$.

Trader’s World – Ottobre\Novembre 1990

Translate »