Gann’s Law of Vibration Decoded

Decodifica della Legge di Vibrazione di Gann

di Gregory and Helen Meadors with Neal Chabot, Ph.D.

TreasurySeal02Sin da quando era un giovane agente di cambio, W.D. Gann aveva il sospetto che ci fossero cause invisibili, che operano dietro le quinte, che sono stati responsabili di alcuni movimenti di prezzo di azioni e materie prime. Gli piaceva pensare che queste cause nascoste facessero parte di una legge naturale che è stata segretamente al lavoro nei mercati. Come ha acquisito maggiori conoscenze e sviluppato le sue teorie, Gann ha creato la sua teoria del movimento dei prezzi chiamandola la “Legge di Vibrazione“.

meador0vLa “Legge di Vibrazione” di Gann non è mai stata pubblicata integralmente. Gann teneva i suoi più profondi segreti al di fuori dei libri popolari che egli ha scritto in merito ai mercati, per cui è difficile ricostruire le tappe precise da cui Gann ha acquisito le sue conoscenze e sviluppò le sue teorie. Quando Gann ha scelto di rivelare più aspetti del suo sistema, lo ha fatto nell’immaginario racconto di Tunnel Through the Air. La migliore descrizione che Gann diede dei suoi principi segreti è nell’intervista del 1909 che fece al Ticker Magazine (in seguito chiamato Wall Street Journal). Sulla base delle citazioni riportate in questa intervista, il nostro articolo chiarirà la natura della “Legge di Vibrazione” di Gann.

Nell’intervista al Ticker Magazine Gann afferma: “Andando oltre la storia dei mercati e la grande massa di statistiche relative, diventa presto chiaro che certe leggi governano i cambiamenti e le variazioni di valore di azioni e che esiste una legge periodica o ciclica, che è dietro tutti questi movimenti. Osservazioni hanno dimostrato che ci sono periodi regolari di intensa attività nella Borsa seguiti da periodi di inattività”.

meadorslo1Ho appena cominciato a notare il ripetersi periodico di ascesa e caduta di azioni e materie prime. Questo mi ha portato a concludere che la legge naturale è stata la base dei movimenti di mercato. Ho quindi deciso di dedicare dieci anni della mia vita allo studio della legge naturale applicata ai mercati speculativi e di dedicare le mie migliore energie per fare della speculazione una professione profittevole”.

Gann riteneva che tutti gli uomini di successo, siano essi scienziati, medici o uomini d’affari, hanno dedicato anni allo studio della loro specifica professione, prima di passare alla pratica. Allo stesso modo, Gann ha trascorso molti anni nella ricerca della conoscenza al fine di trasformare la speculazione in una professione redditizia. Sebbene non conosciamo tutte le fonti studiate da Gann durante questo periodo di dieci anni, sappiamo che esse hanno incluso il simbolismo, la geometria, la matematica, numerologia, astrologia, e la Bibbia.

Per quanto riguarda il simbolismo esoterico, il nostro precedente articolo dal titolo “Simboli Numerici e La legge di Vibrazione” ha dimostrato come sia la conoscenza occulta che i principi scientifici sono rivelati nel simbolismo del Grande Sigillo degli Stati Uniti. Allo stesso modo, il simbolismo del Sigillo del Tesoro USA fornisce anche le chiavi della conoscenza segreta (Figura 1).

La “Legge di Vibrazione” che Gann ha scoperto era lontana da qualunque cosa che assomigli alla teoria della probabilità. Piuttosto era un modo preciso e definito per la previsione dei prezzi, in conformità alla legge periodica. Come ebbe a dichiarare: “Dopo esaurienti ricerche e indagini nelle scienze note, ho scoperto che la Legge di Vibrazione mi permette di determinare con precisione i punti esatti in cui azioni e materie prime dovrebbero raggiungere per poi scendere entro un dato tempo. L’elaborazione di questa legge determina la causa e predice l’effetto di lungo prima di prendere consapevolezza di entrambe”.

Fludds-teoryCiò chiarisce che Gann lavorava non solo con i cicli temporali, ma anche con i correnti livelli di resistenza e di supporto dei prezzi stessi. Ancora più sorprendente, Gann dice che le sue scoperte non si applicano soltanto ai movimenti di lungo periodo, ma anche in trades di breve e persino nel day trading!

“La legge che ho applicato non solo fornisce questi cicli lunghi o le oscillazioni cicliche, ma il giorno e persino i movimenti orari delle scorte. Conoscendo le vibrazioni esatte dei singoli titoli sono in grado di determinare a che punto ciascuno riceverà il sostegno e allo che punto la maggiore resistenza deve essere rispettato “.

E ‘evidente che Gann parla in questa intervista di una legge della vibrazione che è intrinseca all’azione o alla commodity. In altre parole, la legge di vibrazione opera dall’interno della particolare entità. L’azione o la merce non è qualcosa di completamente passivo che agisce in base ad una forza esterna. Gann si riferisce ad un azione o materia prima come se in realtà si trattasse di un soggetto vivo, che possiede la sua propria particolare vibrazione: “Ho trovato che nell’azione stessa esiste la sua armonica o in relazione armonica – la forza trainante di guida dietro di essa. Il segreto di tutta la sua attività è quindi evidente. Con il mio metodo posso determinare le vibrazioni di ogni azione e anche certi valori in periodi di tempo e posso nella maggior parte dei casi dire esattamente quello che l’azione farà in determinate condizioni”.

meadorsbb1Dalle mie approfondite indagini, studi e prove applicative ho scoperto non solo che le varie azioni vibrano, ma che le forze trainanti che controllano le azioni sono anch’esse in uno stato di vibrazione. Queste forze vibratorie possono essere conosciute soltanto dai movimenti generati sulle azioni e i loro valori di mercato. Dato che tutte le grandi oscillazioni di movimenti del mercato sono ciclici, agiscono nel rispetto della legge periodica.”

Poiché la maggior parte delle vibrazioni con cui abbiamo familiarità può essere matematicamente descritta, è evidente che Gann stava usando calcoli matematici – l’algoritmo della sua “legge di vibrazione” – per descrivere e prevedere l’andamento dei prezzi. Ciò che è chiaro è che Gann si riferisce a un sistema dinamico con due centri di funzionamento, fisico e metafisico. Non è solo un rapporto lineare di causa-effetto dal punto A al punto B. Piuttosto, vi è un rapporto unico bipolare in cui un azione o commodity è soggetta e che può essere modificato da una grande influenza causale in conformità con la legge naturale. E, a seguito del condizionamento di questa grande influenza causale, il prezzo del titolo o della merce viene modulata in base al proprio particolare modello vibratorio. Il prezzo dell’azione o della materia prima reagisce alla vibrazione più grande (retroazione), in modo che il risultato è unico e prevedibile. Non è un semplice sistema meccanico a senso unico, ma una complessa interazione di ritmi vibratori che sono matematicamente determinati e descrittivi.

Così io confermo che ogni classe di fenomeni, sia in natura o in borsa, deve essere soggetti alla legge universale di causalità e armonia. Ogni effetto deve avere una causa adeguata. Se vogliamo evitare il fallimento nella speculazioni noi dobbiamo affrontare le cause. Ogni cosa che esiste è basata su una esatta proporzione e perfetto rapporto. Non vi è alcun caso in natura, in quanto i principi matematici di un ordine più alto è alla base di tutte le cose”.

meadorszz1Cosa vuol dire Gann quando asserisce che le forze vibratorie vengono da “un ordine più alto”? Come abbiamo dimostrato in precedenti articoli, abbiamo bisogno di comprendere la “sapienza celeste”, la conoscenza dei cicli cosmici e planetari. Alcuni sono familiari con ricerche sui cicli per tentare di comprendere la maggioranza dei cicli di prezzi nei mercati, ma molte volte questo studio è confuso dal fatto che la quasi totalità di questi cicli supposti regolari sono di fatto irregolari, verificandosi a diversi intervalli. Tuttavia, guardando in alto ai fenomeni celesti e ai cicli planetari, osserviamo facilmente sia cicli regolari (eliocentrico) che cicli  irregolari (geocentrico). Per coloro che desiderano comprendere come tali influenze sono possibili, da qualche tempo è stato documentato come i modelli cosmici e eventi celesti influenzano i ritmi psicobiologici  dell’uomo (psicologia di massa degli investitori).2

Nella stessa intervista, Joan ha parlato in merito alle azioni, come se esse possedessero dei numeri della vita tutto loro: “Attraverso la Legge di Vibrazione ogni azione nel mercato si muove nella propria sfera specifica delle attività, per quanto riguarda l’intensità, volume, e direzione; tutte le qualità essenziali della sua evoluzione sono caratterizzate dal proprio tasso di vibrazione. Le azioni, come gli atomi, sono in realtà centri di energie, quindi sono controllate matematicamente. Così, per speculare scienticamente, è assolutamente necessario seguire la legge naturale “

Di tutte le fonti antiche che Gann ha studiato, forse quella che più lo ha inuenzato è stato Pitagora, che ha fondato una scuola di filosofia sulla base della convinzione che una cosa potrebbe essere intesa conoscendo il suo numero. In realtà, il numero era identico alla sua stessa essenza. Tutto è classificato come attivo o passivo (cfr. yin e yang) a seconda che il suo numero sia pari o dispari. A Pitagora è accreditata la scoperta della scala diatonica, in cui numeri e rapporti determinano l’intera scienza della musica. Una corda vibrante su uno strumento musicale che è il doppio della lunghezza di un altro (rapporto 2:1) produrrà una nota che è un ottava più bassa. Allo stesso modo, un rapporto di 3:2 produrrà un quinto sulla scala, mentre un rapporto 4:3 produrrà un terzo della scala. Questa scoperta della scala di sette è stata confermata nel campo della chimica con la scoperta che elementi della tavola periodica ripetono le caratteristiche del peso atomico in gruppi di sette – ad ogni ottavo di numero atomico.

meadors0q1La chiave di tutti i rapporti armonici è la Tetractys Pitagorica, il suo simbolo supremo delle forze universali e dei processi (Figura 3). In questa piramide di punti costruita a partire dal primo dei quattro numeri -1, 2, 3 e 4 – ci sono incarnati tutti i tipi di corrispondenze tra i numeri, i rapporti e le loro armoniche di vibrazione (note della scala). Dopo aver stabilito la musica come una scienza con le sue esatte proporzioni armoniche, Pitagora procedette a dividere la creazione, secondo la legge degli intervalli armonici, in piani proporzionati dalle sfere, ciascuna delle quali è stato assegnato un numero, tono, intervallo armonico, e il colore. La “Legge di Vibrazione” di Gann incorpora la legge degli intervalli armonici di Pitagora. E ‘ovvio che Gann ha fatto uso pesantemente dellla matematica Pitagorica, quando ha sviluppato la squadratura del prezzo e del  tempo e i rapporti di divisione tra ciò che alto e ciò che è basso.

Una parte meno conosciuta del sistema pitagorico comprende i numeri che governano i pianeti e i rapporti fra le loro orbite, che sono in relazione armonica tra di loro.

Pitagora credeva che ogni pianeta corrispondeva ad una nota della scala musicale, e che la distanza tra le orbite rietteva i rapporti vibratori della scala musicale. Questa organizzazione armonica del cosmo è stata chiamata la “musica delle sfere”. Ogni pianeta era visto occupare la sua sfera di inuenza, chiamata “cielo”, ed i Greci hanno riconosciuto sette cieli, un concetto che si ritrova anche nella Bibbia. Così, Pitagora concepiva l’universo come un immenso strumento musicale, con le sue stringhe collegate all’estremità superiore verso lo «spirito assoluto», e all’estremità inferiore a simboleggiare la materia, in modo da formare una corda tesa tra cielo e terra. (Figura 4) Pitagora credeva che l’ascesa del cielo nel proprio ordine iniziava con la sfera della luna, che sarebbe il primo cielo.

In un precedente articolo abbiamo esplorato la relazione armonica tra i pianeti che si è verificata durante il top dell’Agosto 1987 sul mercato azionario, evento che pregurava il seguente declino (Figura 5). (3) Analogamente, ci sono patterns geometrici o aspetti tra diversi pianeti che influiscono sul mercato azionario. Alcuni di questi hanno dimostrato di essere buoni indicatori a breve termine. Ad esempio, ogni volta che Venere forma l’angolo geocentrico di 120 gradi (trigono), con Urano, la Borsa si muove al rialzo per due o più settimane prima della data in cui l’angolo è nell’esatto grado (Figura 6).

Una scoperta meno nota in merito alle influenze planetarie che possono incidere sulla Borsa riguarda quando certi pianeti si trovano in gradi sensibili dello zodiaco. Ad esempio, il pianeta Saturno si trovava esattamente a 17 gradi 20 minuti all’interno di vari segni zodiacali, in almeno tre significanti occasioni: durante i minimi del Dicembre 1974 in bear market, sul minimo del 6 Agosto 1982, e sul minimo del 19 Ottobre 1987 durante il crash della Borsa. E ancora una volta ha attraversato i 17 gradi a metà Gennaio 1990 generando un consistente ribasso come previsto mesi prima nella nostra Market System Newsletter.

meadors0c1Forse il punto più signicativo di Gann nella sulla “Legge di Vibrazione” è che “queste forze di vibrazione possono essere conosciute solo dai movimenti che generano sulle azioni e sui loro valori di mercato”. In altre parole, per ottenere un alto grado di precisione in sede di applicazione delle leggi naturali si deve stabilire, attraverso la ricerca empirica quali delle forze vibratorie incidono su una particolare azione o merce. Questo può essere accertato soltanto facendo una ricerca originale per scoprire le correlazioni storiche!

Il problema con l’analisi tradizionale astrologica è che essa è afflitta da molte regole predefinite sviluppate al fine di interpretare il comportamento umano e prevedere gli eventi. Molte di queste regole falliscono quando applicate in modo acritico ai mercati. Alcuni astrologi nanziari fanno ancora affidamento a teorie planetarie di cause ed effetti derivanti dal Medioevo, da cui proviene l’astrologia tolemaica del 1° secolo. Questa era seguita quando non era ancora disponibile un accurato database dei prezzi. Non è una sorpresa quindi che la maggior parte dei tentativi di prevedere il mercato azionario sulla base di tali interpretazioni astrologiche tradizionali abbiano incontrato così tanto successo. Il futuro di questi sforzi, tuttavia, è più luminoso. Abbiamo la fortuna di vivere nell’era dell’informazione, in cui le scienze antiche possono essere testate grazie a moderne banche dati dei prezzi storici per darci nuove conoscenze o confermare vecchie conoscenze.

Per ottenere una vera comprensione della “sapienza celeste” si deve “provare tutte le cose”, cercando di scoprire le correlazioni storiche per particolari mercati. Effettuando una ricerca si può scoprire come gli eventi cosmici in combinazione con altre leggi naturali sono correlati con i movimenti del mercato. Abbiamo chiaramente dimostrato questo, mantenendo una precisione sorprendente del 90% nelle previsioni dei punti di svolta date nella nostra Market System Newsletter (Vedi l’annuncio dato in questa pagina – 90% di Accuratezza Per 3 Anni).

 Note

  1. Intervista di Richard Wykoff’s su W.D.Gann pubblicato in Ticker Magazine del 1909. Se non diversamente indicato, tutte le citazioni e i riferimenti in questo articolo derivano da questa intervista. L’enfasi che si aggiunge a parti di queste citazioni è nostra.
  2. Nel 1970 è stato intrapreso uno studio storico sui movimenti di prezzo del mercato azionario è stato intrapreso. I risultati sono stati pubblicati nel libro, Man and Cosmos, di Matlock ($ 40). Questo libro rivela che i movimenti dei prezzi del Mercato Azionario presenta un’alto grado di correlazione con i cicli cosmici e le posizioni planetarie


Trader’s World – Giugno\Luglio 1990

Translate »